Lo spazio per l'opera d'arte: il libro sostenuto dall'Arch. Piantoni

Lo spazio per l'opera d'arte: il libro sostenuto dall'Architetto Piantoni

Architettura di interni e museologia

Copertina de "Lo spazio per l'opera d'arte": il libro sostenuto dall'Architetto Piantoni

Quando progetto o mi occupo della ristrutturazione di una casa, non penso solo a realizzare nuove architetture o a riordinare spazi abitativi neutri.

Il Committente che accolgo nel mio studio di Architettura a Milano porta con sé un’identità abitativa consolidata e nuove aspettative da soddisfare: arriva con un sogno per uno spazio, in cui devono trovare una collocazione anche oggetti, arredi, opere d’arte, per lui indispensabili.

Lo spazio da progettare per il Cliente, a volte, è fortemente condizionato da questi elementi. Se è un collezionista generico, ad esempio, occorrono molti accorgimenti per soddisfare le sue esigenze abitative. Serviranno, infatti vetrine, mensole o strutture espositive per allestire un numero elevato di oggetti di dimensioni varie, spesso sproporzionati fra loro, e la vista di queste collezioni non dialogherà sempre in maniera perfetta con il progetto d’architettura d’interni.

Se è un collezionista di opere d’arte, la casa dovrà, invece, essere progettata come una galleria o un museo, unendo alla componente funzionale espositiva anche opzioni decorative e arredi in grado di ricomporre ambienti eleganti, raffinati e confortevoli.

Le strutture o le soluzioni di ancoraggio necessarie ad allestire le opere d’arte saranno le stesse impiegate nei musei.

Il libro dell'Architetto Enza Di Vinci

Un’esperienza specifica in museologia può essere, quindi, utile in progetti di architettura d’interni per case di collezionisti, se si applicano particolari accorgimenti, come insegna l’architetto genovese Enza Di Vinci nei suoi corsi di Interior design:

L’Architettura racconta una storia e l’opera d’arte anche. La simbiosi narrativa e culturale dei due elementi è una parte complessa nell’architettura degli interni ed occorre studiarla come una sorta di cerniera: uno strumento per aprire spazi concettuali; per rifinire, unire e lasciare aperta la possibilità di sostituzione.

Enza Di Vinci studia l’architettura degli interni integrata da opere d’arte da vent’anni e molta della sua esperienza è oggi disponibile nel libro "Lo spazio per l’opera d’arte - Allestimento, custodia, imballo e movimentazione di opere d'arte. Esposizioni e Architettura", pubblicazione che ho sostenuto, con entusiasmo, in qualità di sponsor tecnico.

Maggiori informazioni sul volume, di piacevole e utile lettura, sono disponibili a questa pagina del sito Web di Davide Ragazzi, artista, coautore e progettista dell'impaginazione del libro. "Lo spazio per l'opera d'arte" può essere acquistato anche su Amazon a questa pagina.

  • Creato il .

Contattaci

Aspiri a un nuovo progetto?
Lo Studio di Mauro Piantoni, Architetto a Milano Cornaredo ti offrirà la soluzione.

Architetto Mauro Piantoni - P.IVA: 07387250967
© 2016-2018 - All rights reserved
Mob.+39 338 1518196 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito realizzato da Made in Magic Web Agency Milano